Home » Cultura » Vacanze “pericolose” in Europa: i 5 hotel più strani di Londra

Vacanze “pericolose” in Europa: i 5 hotel più strani di Londra

Una delle metropoli più grandi del mondo, più popolate e al tempo stesso col maggior numero di etnie che è possibile trovare in quanto a residenti e turisti. Londra si veste di originalità non solo per quanto concerne monumenti e negozi, ma anche per quello che riguarda gli hotel spesso suggestivi e a dir poco “strani”.

La nostra redazione ha effettuato una ricerca stilando una lista dei cinque hotel più particolari della capitale inglese.

40 Winks: uno dei più piccoli Hotel di Londra, ma al tempo stesso fra i più eccentrici. La sua particolarità è dovuta alla vena artistica di David Carter, progettista ed arredatore di interni. Quest’ultimo, che abita nello stesso Hotel, mette a disposizione un piano esclusivamente per servizi di moda. Non c’è personale nella struttura, vi è wi-fi ma non esiste la televisione. Carter ritiene che gli ospiti debbano trovarsi “di meglio da fare”.

The Pavillon Hotel: un design fuori moda e dall’ordinario ma al tempo stesso dotato di qualsivoglia comfort richiesto. Ciascuna delle camere presenti nella struttura ha un design differente, da quelle anni ’70 alle stanze ispirate a celebrità del cinema, come la grande Marilyn. Ottima la collocazione, a due passi dalla stazione di Paddington, il Pavillon rappresenta un’ottima alternativa agli hotel low cost più popolari presenti nel centro di Londra

Turismo Londra la lista degli hotel più particolari

The Hempel: per chi è alla ricerca di serenità e relax eccolo qui l’Hotel ideale. Sofisticato, elegante e zen, offre servizi tipici da struttura 5 stelle extra lusso. L’arredamento è minimal, tipico zen e per l’ospite rappresenterà un’esperienza unica per accoglienza, soggiorno rilassante e comfort di qualsiasi genere desiderato dall’utente.

Clink 78: a soli 15 minuti dal celeberrimo Birtish Museum, la struttura è stata ricavata da un vecchissimo palazzo di giustizia risalente al XIX secolo. Un ostello che presenta alcune peculiarità inconfondibili, tratti distintivi delle altre strutture: due aule di tribunale sono state rifatte per poter essere sfruttate durante il tempo libero, mentre come stanze sono state messe a disposizione ben sette celle. Insomma, un’esperienza fra l’originalità ed il “macabro”.

Rough Luxe: a due passi dall’importante stazione di King’s Cross, l’Hotel è stato realizzato all’interno di una casa storica in stile georgiano dall’idea dell’architetto ed interior designer Rabih Hage. Ciò che ne è scaturito è un vero e proprio mix fra stile Shabby chic urbano e classico lusso inglese. I muri presentano superfici non finite e pavimenti nudi, il tutto in netto contrasto con mobili e collezioni che si rifanno all’arte moderna. Le nove camere possono prevedere il bagno in comune, con una rifinitissima biancheria e comfort dal design originale.

Autore: Redazione
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *