Home » Comportamento » Le persone che ballano sono più felici?

Le persone che ballano sono più felici?

La vita senza la musica sarebbe un errore” affermava Nietzsche ne “Il crepuscolo degli idoli”, e non si sbagliava perché siamo dotati di un istinto naturale che ci spinge a seguire il ritmo della musica. Infatti i bambini si muovono e battono le mani quando ascoltano una canzone che gli piace. Si tratta di una risposta spontanea legata alla necessità di comunicare ed esprimere le nostre emozioni attraverso il movimento e il corpo.

Non vi è alcun dubbio che la musica rappresenta un linguaggio universale che tutti, tranne le persone che soffrono di amusia, siamo in grado di apprezzare. È stato rilevato che le persone appartenenti a culture diverse reagiscono emotivamente allo stesso modo ascoltando diversi tipi di musica. Perciò non è un caso che gli studi antropologici indicano che i gruppi che presentavano più alte probabilità di sopravvivenza erano quelli che avevano inventato il loro ballo tipico e che erano capaci di condividere i loro sentimenti attraverso la danza.

Naturalmente, la musica e la danza non fungono solo da collante sociale, ma apportano benefici anche alla nostra salute fisica e mentale. Recenti studi hanno rivelato che una delle chiavi della felicità e della soddisfazione personale è possibile trovarla proprio sulla pista da ballo.

Nel 2013 gli psicologi dell’Örebro University hanno lavorato con un gruppo di adolescenti che soffrivano di ansia, depressione e stress, oltre a presentare sintomi psicosomatici come mal di collo e mal di schiena. Alla metà di questi è stato chiesto di partecipare a due lezioni di ballo a settimana, mentre il resto ha proseguito con la propria routine quotidiana.
A distanza di due anni, chi aveva continuato a frequentare corsi di danza (in cui è stata data importanza più alla libertà di movimento che alle prestazioni), ha dimostrato un marcato miglioramento dei sintomi psicosomatici. Inoltre i ragazzi hanno dichiarato di sentirsi più felici.

In un altro studio condotto presso l’Università di Derby, gli psicologi hanno lavorato con persone che soffrivano di depressione. Per nove settimane, queste hanno frequentato lezioni di salsa. I miglioramenti hanno cominciato a manifestarsi dopo quattro settimane e, una volta terminato lo studio, i partecipanti hanno espresso pensieri meno negativi, hanno manifestato una migliore concentrazione e una maggiore sensazione di pace e tranquillità.

Tuttavia, il ballo non è solo un eccellente risorsa terapeutica. Uno studio condotto presso la Deakin University ha rilevato che ballare ha un effetto molto positivo sulla nostra vita quotidiana. I ricercatori australiani hanno intervistato 1.000 persone e hanno scoperto che coloro che ballavano spesso non solo riferivano di sentirsi più felici, ma anche più soddisfatti della loro vita, soprattutto dei loro rapporti interpersonali, della salute e degli obiettivi che erano riusciti ad ottenere nel corso degli anni.

Perché ballare ci rende felici?

Quando balliamo il nostro cervello rilascia endorfine quei neurotrasmettitori che generano una sensazione di comfort, relax, gioia. La musica e la danza attivano non solo i circuiti sensoriali, ma anche i centri cerebrali del piacere.

I neuroscienziati della Columbia University affermano che quando ci muoviamo a ritmo, gli effetti positivi della musica si amplificano. Pertanto, un piccolo segreto per trarre maggior beneficio dalla musica è quello di cercare di sincronizzare i nostri movimenti con il ritmo, in tal modo “la sensazione di piacere raddoppia.

La magia della danza però non può essere semplicemente ricondotta alla mera attività cerebrale. Il ballo è anche un’attività sociale che permette di relazionarsi con gli altri, condividere esperienze e conoscere nuove persone: ciò ha un effetto molto positivo sulla nostra salute mentale. Come se non bastasse, mentre balliamo, i nostri muscoli si rilassano, e dimentichiamo le tensioni quotidiane. Inoltre aiuta a tenersi in forma e ad essere più sicuri di sé.

Autore: Redazione
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *